Non è elusiva la scissione proporzionale asimmetrica

Con la risposta a quesito num. 36 del 2018 l’Agenzia delle Entrate ha giudicato non  elusiva una scissione proporzionale asimmetrica con cui il patrimonio immobiliare di una società con 4 soci al 25 % veniva scissa in 4 società unipersonali ritenendo “che l’operazione di scissione non proporzionale asimmetrica che si intende attuare per superare i conflitti fra i soci, non comporti il conseguimento di alcun vantaggio fiscale indebito, non ravvisandosi alcun contrasto con la ratio di disposizioni tributarie o con i principi dell’ordinamento tributario. La scissione in esame appare, infatti, un’operazione fisiologica per consentire ai quattro soci di proseguire l’attività di gestione degli immobili secondo diverse prospettive imprenditoriali.”

Share

File allegati