Prassi e giurisprudenza

La responsabilità in caso di estinzione della società

Pubblicato il 9 ottobre 2018

La Corte di Cassazione con ordinanza del 23 maggio 2017 num. 12953, sempre con riferimento alle società estinte ha affermato che con riferimento al periodo di vigenza dell’art. 28 del D.Lgs. n. 175/2014si deve considerare che, dopo la riforma del diritto societario, attuata dal D.Lgs. n. 6/2003, qualora all’estinzione della società, di persone o di […]

La Cassazione sulle società estinte.

Pubblicato il 8 ottobre 2018

La Cassazione con la sentenza 22.03.2018 n. 7236 afferma che per procedere nei confronti dei soci di una società estinta e del tutto insufficiente la mera notifica ad essi dell’avviso di accertamento emesso nei confronti della società̀ medio tempore estintasi, tale circostanza ponendosi solo come presupposto della proponibilità dell’azione nei confronti dei soci da esercitarsi […]

Il termine di cui all’art. 12 comma 7 della L., 212/2000 si applica anche agli accessi istantanei

Pubblicato il 8 ottobre 2018

Secondo la Corte di Cassazione (ordinanza 14 settembre 2016 n. 18110) l’art. 12, comma 7 della Legge n. 212/2000 si applica a qualsiasi atto di accertamento o controllo con accesso o ispezione, ivi compresi gli atti di accesso istantanei finalizzati all’acquisizione di documentazione, in quanto la citata disposizione non prevede alcuna distinzione ed è comunque […]

La Cassazione sul valore della verbalizzazione in sede di adesione

Pubblicato il 3 ottobre 2018

Con sentenza 13907 del 31.05.2018 la V sezione della Corte di Cassazione ha affermato che “l’avvenuta formulazione di una proposta di accertamento con adesione,  non determina né la rinuncia a far valere la pretesa tributaria (v. Cass. n. 9659 del 14/04/2017), né il disconoscimento, ex se, della consistenza probatoria conseguente all’accertamento esperito; – va rilevato, […]

La Cassazione sull’obbligatorietà del contraddittorio endoprocedimentale

Pubblicato il 2 ottobre 2018

Con l sentenza 21767 del 7.09.2018 la Corte di cassazione si è espressa sulla necessità di attivare il contraddittorio endoprocedimentale in caso di tributi armonizzati. Nel caso di accertamento su questo tipo di tributi è sempre necessario attivare il contradditorio endoprocedimentale, mentre per i cosiddetti tributi non armonizzati sarà obbligatoria l’attivazione del contraddittorio suddetto solo […]

La Cassazione sul dolo specifico in materia di reato di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte

Pubblicato il 2 ottobre 2018

Con la sentenza del 12.09.2018 la Cassazione torna sulla rilevanza del dolo specifico in materia di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte, affermando che “il reato previsto dall’art. 11 del D.Lgs. 10 marzo 2000, n. 74 è un reato di pericolo che richiede il compimento di atti simulati o fraudolenti per occultare i propri o […]

La Cassazione nel caso di notifica fatta da messi comunali o da messi notificatori dell’Agenzia.

Pubblicato il 2 ottobre 2018

Con la sentenza 2.07.2018 num. 17235 Con la sentenza 2.07.2018 num. 17235, la Corte di Cassazione ha ricordato che l’art. 60 dPR n. 600/73, nel caso la notifica venga eseguita dai messi comunali o dai messi speciali autorizzati dall’Agenzia, il messo deve fare sottoscrivere dal consegnatario l’atto o l’avviso ovvero deve indicare i motivi per i […]

La Corte Costituzionale sulla legittimità dell’art. 57 del DPR 602/1973

Pubblicato il 23 luglio 2018

La Corte Costituzionale con al sentenza 114 del 2018 dichiara l’illegittimità costituzionale dell’art. 57, comma 1, lettera a), del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 602 (Disposizioni sulla riscossione delle imposte sul reddito), come sostituito dall’art. 16 del decreto legislativo 26 febbraio 1999, n. 46 (Riordino della disciplina della riscossione mediante ruolo, […]

Architetto Senza Irap se l’attività organizzativa è in capo ad un altro soggetto

Pubblicato il 25 giugno 2018

La Corte di Cassazione con l’ordinanza num. 14339 del 5.06.2018 ha stabilito che non c’è autonoma organizzazione – rilevante ai fini IRAP -, se una società, della quale pur anche il contribuente è socio ed amministratore, fornisce taluni servizi di cui il professionista si avvale per l’esercizio della sua attività.

Il valore probatorio dei dati Omi in caso di cessioni immobiliari

Pubblicato il 25 giugno 2018

Con l’ordinanza dell’11/06/2018, n. 15184 la Corte di Cassazione ha stabilito che in caso di cessioni immobiliari, la congruità del reddito dichiarato non può essere fondata soltanto sulla conformità del corrispettivo rispetto al valore normale del bene, come risultante dalle quotazioni OMI. Il giudice di merito deve valorizzare il dato della conformità ai valori OMI, […]