Prassi e giurisprudenza

Il risarcimento della perdita di chance non è tassabile

Pubblicato il 19 Febbraio 2019

In tema di imposte sui redditi, le somme percepite dal contribuente a titolo risarcitorio sono soggette ad imposizione soltanto se risultino destinate a reintegrare un danno concretatosi nella mancata percezione di redditi, mentre non costituiscono reddito imponibile nell’ipotesi in cui tendono a riparare un pregiudizio di natura diversa. Lo ha confermato la Corte di Cassazione […]

La responsabilità del direttivo delle associazioni sportive

Pubblicato il 24 Gennaio 2019

I soggetti che agiscono in nome e per conto delle associazioni non riconosciute sono chiamati a rispondere solidalmente con le stesse se, in forza del ruolo rivestito, abbiano diretto la complessiva gestione associativa nel periodo in cui sono sorti i debiti dei quali si chiede il pagamento. È a carico dell’Ufficio, che invochi la sussistenza […]

la Cassazione sull’art. 12 comma 7 dello Statuto del contribuente

Pubblicato il 24 Gennaio 2019

La V sezione della Cassazione con la sentenza del 15.01.2019 num. 701 fissa i seguenti principi di diritto: 1) l’art. 12, comma 7, della legge n. 212 del 2000 pre- vede, nel triplice caso di accesso, ispezione o verifica nei lo- cali destinati all’esercizio dell’attività, una valutazione ex ante in merito al rispetto del contraddittorio operata […]

La Cassazione sul computo della superficie per qualificare di lusso un immobile

Pubblicato il 10 Gennaio 2019

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 355, depositata il 9 gennaio 2019, ha accolto il ricorso dell’Ufficio, cassando con rinvio la sentenza d’appello. In primo luogo, viene precisato come la dichiarazione DOCFA consenta semplicemente al titolare del bene di proporre la rendita ritenuta corretta per l’immobile, al solo scopo di rendere più rapida la formazione del catasto ed […]

Ancora sull’art. 12 comma 7 della L. 212 del 2000

Pubblicato il 7 Dicembre 2018

La sezione VI della Corte di Cassazione con l’ordinanza del 30.10.2018 n. 27732   si è occupata di un caso riguardante il termine di cui all’art. 12 c. 7 l. 212/2000, secondo il quale è necessario che tra la data di rilascio del PVC e l’emanazione dell’avviso d’accertamento trascorrano almeno 60 giorni. La suprema corte ha […]

L’obbligo di motivazione della cartella nel caso in cui sia il primo atto

Pubblicato il 7 Dicembre 2018

Con la sentenza n. 31270, depositata il 4 dicembre 2018, la Cassazione ha precisato che la cartella di pagamento non preceduta da avviso di accertamento deve contenere una adeguata motivazione della pretesa erariale, in modo tale da permettere al contribuente di verificarne la fondatezza. In caso contrario si ha una lesione del diritto di difesa, che […]

La Cassazione sulla presunzione di distribuzione di utili extracontabili

Pubblicato il 30 Novembre 2018

Nell’ipotesi di società di capitali a ristretta base azionaria è ammissibile la presunzione di distribuzione di utili extracontabili ai soci, ove sussista a carico della impresa un valido accertamento di utili non contabilizzati. Tuttavia, è necessario che l’accertamento nei confronti dell’azienda diventi definitivo con il passaggio in giudicato della sentenza. A precisarlo è la Corte […]

La scissione nell’utilizzo della riorganizzazione immobiliare delle aziende.

Pubblicato il 21 Novembre 2018

L’operazione di scissione parziale non proporzionale asimmetrica non costituisce fattispecie di abuso del diritto ed è, pertanto, legittimamente attuabile, sussistendo valide ragioni extrafiscali, non marginali, anche di ordine organizzativo o gestionale che non sono dirette ad aggirare obblighi o divieti previsti dall’ordinamento tributario, né tantomeno ad ottenere indebite riduzioni di imposte.

La possibilità di integrare o modificare un accertamento

Pubblicato il 26 Ottobre 2018

La Corte di Cassazione con la sentenza del 18.10.2018 num. 26191 ha affermato che “In tema di accertamento delle imposte sui redditi, il presupposto per l’integrazione o modificazione in aumento dell’avviso di accertamento, mediante notificazione di nuovi avvisi, è costituito, ai sensi dell’art.43 terzo comma del d.P.R. 29 settembre 1973 n.600, dal dato oggettivo che gli […]

La Corte Costituzionale sulla necessità del beneficio effettivo in tema di contributi per consorzio di bonifica

Pubblicato il 22 Ottobre 2018

Con la sentenza n. 188 del 19.10..2018, la Corte Costituzionale ha chiarito, riferendosi alla Legge regionale della Calabria ma fissando dei principi di carattere generale, che la contribuzione al consorzio di bonifica è dovuta solo in caso di beneficio diretto ed effettivo in favore del singolo consorziato. La Consulta ha affermato che “nel caso dei […]