Prassi e giurisprudenza

La Corte Costituzionale sulla legittimità dell’art. 57 del DPR 602/1973

Pubblicato il 23 luglio 2018

La Corte Costituzionale con al sentenza 114 del 2018 dichiara l’illegittimità costituzionale dell’art. 57, comma 1, lettera a), del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 602 (Disposizioni sulla riscossione delle imposte sul reddito), come sostituito dall’art. 16 del decreto legislativo 26 febbraio 1999, n. 46 (Riordino della disciplina della riscossione mediante ruolo, […]

Architetto Senza Irap se l’attività organizzativa è in capo ad un altro soggetto

Pubblicato il 25 giugno 2018

La Corte di Cassazione con l’ordinanza num. 14339 del 5.06.2018 ha stabilito che non c’è autonoma organizzazione – rilevante ai fini IRAP -, se una società, della quale pur anche il contribuente è socio ed amministratore, fornisce taluni servizi di cui il professionista si avvale per l’esercizio della sua attività.

Il valore probatorio dei dati Omi in caso di cessioni immobiliari

Pubblicato il 25 giugno 2018

Con l’ordinanza dell’11/06/2018, n. 15184 la Corte di Cassazione ha stabilito che in caso di cessioni immobiliari, la congruità del reddito dichiarato non può essere fondata soltanto sulla conformità del corrispettivo rispetto al valore normale del bene, come risultante dalle quotazioni OMI. Il giudice di merito deve valorizzare il dato della conformità ai valori OMI, […]

La Cassazione sulla decadenza nella riscossione delle sentenze passate in giudicato

Pubblicato il 24 aprile 2018

Con l’ordinanza 1151 del 18 gennaio 2018 ha statuito in tema di decadenza nella riscossione delle sentenze passate in giudicato che la cartella di pagamento deve essere notificata a pena di decadenza entro il 31 dicembre del secondo anno successivo a quello in cui l’accertamento è divenuto definitivo, e tale momento, se è stato instaurato il […]

La valenza delle presunzioni nella determinazione delle percentuali di ricarico

Pubblicato il 26 marzo 2018

La Corte di Cassazione con l’ordinanza 7003/2018 del 21.03.2018 si è espressa in materia di presunzioni e determinazione della percentuale di ricarico che “è stata ritenuta arbitraria perché ricavata su una verifica a campionatura (solo su alcuni prodotti) e neppure posta in relazione ai quantitativi acquistati. Inoltre, sempre nella motivazione, l’insufficienza dell’indizio è ricondotta anche […]

La ponderazione delle prove negli accertamenti analitici induttivi

Pubblicato il 26 marzo 2018

La Corte di Cassazione con la sentenza 7033 del 21 marzo 2018 si pronunzia sulla valutazione degli accertamenti presuntivi ed afferma che “Manca difatti nella sentenza impugnata l’esplicitazione delle ragioni in base alle quali il Giudice d’appello ha respinto sul punto l’appello della contribuente; del tutto insufficienti a giustificare la decisione sono le apodittiche affermazioni […]

La Cassazione sul raddoppio dell’agevolazione prima casa

Pubblicato il 7 marzo 2018

Con la sentenza 2565 del 2 febbraio 2018 ha stabilito, dopo un’ampia argomentazione, che “Non si può ritenere d’ostacolo, dunque, all’applicazione delle agevolazioni “prima casa” la circostanza che l’acquirente dell’immobile sia al contempo proprietario d’altro immobile (acquistato senza agevolazioni nel medesimo comune) che, “per qualsiasi ragione” sia inidoneo, per le ridotte dimensioni, ad essere destinato […]

Irretroattiva la modifica normativa dell’art. 20 del DPR 131/1986

Pubblicato il 27 febbraio 2018

Con la sentenza num. 4407 del 23 febbraio 2018 la V sezione della Corte di Cassazione ha affermato il principio di irretroattività dell’art. 20 del DPR 131/1986 dato che le “modifiche legislative sono sostanziali e non hanno natura interpretativa, sicché per gli atti antecedenti alla suddetta data trova applicazione il regime previgente dell’art. 20 e […]

La Cassazione sull’elemento soggettivo nel reato di omesso versamento

Pubblicato il 23 febbraio 2018

Con la sentenza 15235 del 1.02.2017 la Corte di Cassazione chiarisce i contorni dell’elemento soggettivo in tema di reati per omessi versamenti di imposte ed afferma che “Con riguardo, poi, all’elemento soggettivo della fattispecie di reato in esame, occorre premettere che lo stesso risulta integrato dal dolo generico, quale coscienza e volontà di non versare […]

La Cassazione fissa gli obblighi dell’invio prodromico dell’avviso bonario sia in materia di 36 bis che 36 ter

Pubblicato il 16 febbraio 2018

Con la sentenza 5394 del 18.03.2016 la Corte di cassazione fissa i termini degli obblighi di invio dell’avviso bonario a pena di nullità anche nelle ipotesi di liquidazione della dichiarazione ex artt. 36 bis DPR 600/1973 o 54 bis DPR 633/1972. Nella motivazione leggiamo: “il comma 5 dell’art. 6 della legge 27 luglio 2000, n. […]