Art. 23

Nessuna prestazione personale o patrimoniale può essere imposta se non in base alla legge.

Art. 53

Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva.
Il sistema tributario è informato a criteri di progressività.
Home Home Home Home Home Home Home

News

Dicono di noi

Interviste all’Avvocato Sergio Cacopardo

Nuovo servizio di verifica delle partita IVA

Nuovo servizio di verifica delle partita IVA: https://telematici.agenziaentrate.gov.it/VerificaPIVA/Scegli.jsp

Il modello di accordo proposto dal CNF

Alleghiamo il modello di accordo con il cliente proposto dal CNF

Il codice deontologico forense.

La deontologia forense

Prassi e Giurisprudenza

La possibilità di integrare o modificare un accertamento

La Corte di Cassazione con la sentenza del 18.10.2018 num. 26191 ha affermato che “In tema di accertamento delle imposte sui redditi, il presupposto per l’integrazione o modificazione in aumento dell’avviso di accertamento, mediante notificazione di nuovi avvisi, è costituito, ai sensi dell’art.43 terzo comma del d.P.R. 29 settembre 1973 n.600, dal dato oggettivo che gli […]

La Corte Costituzionale sulla necessità del beneficio effettivo in tema di contributi per consorzio di bonifica

Con la sentenza n. 188 del 19.10..2018, la Corte Costituzionale ha chiarito, riferendosi alla Legge regionale della Calabria ma fissando dei principi di carattere generale, che la contribuzione al consorzio di bonifica è dovuta solo in caso di beneficio diretto ed effettivo in favore del singolo consorziato. La Consulta ha affermato che “nel caso dei […]

La media aritmetica e quella ponderata

Con la sentenza 21305 del 29 agosto 2018 la Corte di Cassazione ha statuito che “non è corretto, calcolare la percentuale di ricarico media in relazione alla media ponderata, facendo riferimento esclusivamente ai diversi valori di ricarico medio secondo la mera media aritmetica, in tal modo non considerando le diverse percentuali di ricarico, in relazione […]

Non è elusiva la scissione proporzionale asimmetrica

Con la risposta a quesito num. 36 del 2018 l’Agenzia delle Entrate ha giudicato non  elusiva una scissione proporzionale asimmetrica con cui il patrimonio immobiliare di una società con 4 soci al 25 % veniva scissa in 4 società unipersonali ritenendo “che l’operazione di scissione non proporzionale asimmetrica che si intende attuare per superare i […]