Art. 23

Nessuna prestazione personale o patrimoniale può essere imposta se non in base alla legge.

Art. 53

Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva.
Il sistema tributario è informato a criteri di progressività.
Home Home Home Home Home Home Home

News

Dicono di noi

Interviste all’Avvocato Sergio Cacopardo

Nuovo servizio di verifica delle partita IVA

Nuovo servizio di verifica delle partita IVA: https://telematici.agenziaentrate.gov.it/VerificaPIVA/Scegli.jsp

Il modello di accordo proposto dal CNF

Alleghiamo il modello di accordo con il cliente proposto dal CNF

Il codice deontologico forense.

La deontologia forense

Prassi e Giurisprudenza

La Corte Costituzionale sulla legittimità dell’art. 57 del DPR 602/1973

La Corte Costituzionale con al sentenza 114 del 2018 dichiara l’illegittimità costituzionale dell’art. 57, comma 1, lettera a), del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 602 (Disposizioni sulla riscossione delle imposte sul reddito), come sostituito dall’art. 16 del decreto legislativo 26 febbraio 1999, n. 46 (Riordino della disciplina della riscossione mediante ruolo, […]

Architetto Senza Irap se l’attività organizzativa è in capo ad un altro soggetto

La Corte di Cassazione con l’ordinanza num. 14339 del 5.06.2018 ha stabilito che non c’è autonoma organizzazione – rilevante ai fini IRAP -, se una società, della quale pur anche il contribuente è socio ed amministratore, fornisce taluni servizi di cui il professionista si avvale per l’esercizio della sua attività.

Il valore probatorio dei dati Omi in caso di cessioni immobiliari

Con l’ordinanza dell’11/06/2018, n. 15184 la Corte di Cassazione ha stabilito che in caso di cessioni immobiliari, la congruità del reddito dichiarato non può essere fondata soltanto sulla conformità del corrispettivo rispetto al valore normale del bene, come risultante dalle quotazioni OMI. Il giudice di merito deve valorizzare il dato della conformità ai valori OMI, […]

La Cassazione sulla decadenza nella riscossione delle sentenze passate in giudicato

Con l’ordinanza 1151 del 18 gennaio 2018 ha statuito in tema di decadenza nella riscossione delle sentenze passate in giudicato che la cartella di pagamento deve essere notificata a pena di decadenza entro il 31 dicembre del secondo anno successivo a quello in cui l’accertamento è divenuto definitivo, e tale momento, se è stato instaurato il […]